NOVISSIMA

 Albo d'Arti e Lettere. Direttore Edoardo De Fonseca.

Roma. 1904, anno IV. Direttore Edoardo De Fonseca. 

 in-8 oblungo, leg. edit., piatto superiore fig. Con scritti di G. Chiarini, E. Corradini, S. Benelli, G. Menasci, P. Mastri, A. Beltramelli…e le tavole figurate di: C. Innocenti, M. Dudovich, P. Chiesa, E. Rubino, C. Balestrini, A. Baruffi, L. Brunelli… Esemplare mancante di alcune tavole. La rivista annuale esordisce nel 1901 grazie all'iniziativa di Edoardo De Fonseca (1867-1936), intellettuale anglo-fiorentino appassionato d'arte. Viene considerata la più elevata espressione editoriale del Liberty italiano ("il manifesto della grafica moderna" la definì Paola Pallottino) e ricevette il Diploma d'onore all'Esposizione Internazionale di Milano del 1906. Presentandone il primo numero, De Fonseca dichiarò... "Noi, Novissima, sorgiamo con il nuovo secolo. Di questo, anno per anno, vogliamo essere l'illustrazione, il commento. Non cattedra, non tribuna. Genialità ci accompagni! Il nostro intento fu quello di far opera alta e degna”.  

Le illustrazioni furono realizzati con una tecnica utilizzata raramente: la fotocromocollografia e furono disegnate da alcuni dei principali illustratori del periodo: una quarantina di pagine. di testo adornie di tavole a colori, in b/nero e in tinta monocroma di illustratori del calibro di Dudovich, Innocenti, Baruffi, Edoardo Rubino, Casorati, Carena, Brunelli, Terzi, Mataloni, Nomellini, Corcos, Majani, Balla, Bistolfi, Majani, Coromaldi, Costantini, Chini, Micheli, Terzi, Duilio Cambellotti...

La rivista annuale, ricca di originali pubblicità, esordisce nel 1901 grazie all'iniziativa di Edoardo De Fonseca (1867-1936), intellettuale anglo-fiorentino appassionato d'arte. Viene considerata "il manifesto della grafica moderna" (Paola Pallottino). Presentandone il primo numero, De Fonseca dichiarò... "Noi, Novissima, sorgiamo con il nuovo secolo. Di questo, anno per anno, vogliamo essere l'illustrazione, il commento. Non cattedra, non tribuna. Genialità ci accompagni! Il nostro intento fu quello di far opera alta e degna”.

Questo numero, in legatura illustrata d'editore, costituisce in ogni caso una notevole testimonianza della originale grafica italiana d'inizio secolo, la più elevata espressione editoriale del Liberty italiano.

Manca al Cat. Periodici Bibl. Firenze. Cat. Per. Bibl. Lomb. IV, 231.
€ 150