Bellezze della Commedia di Dante Alighieri. Dialoghi.

Verona, Libanti, 1824 - 1826,

4 volumi in 3 tomi in-8, pp. XIV, 666; VIII, 604; (4), 648, 178; pregevole legatura in m. perg. e ang., duplice tass. bicolore con tit. oro ai dorsi a nervi, cop. edit. super. cons. Dedica dell'autore al conte Cesare di Castelbarco. Il IV tomo contiene l'indice generale. Prima edizione del capolavoro, commento assai vasto e dotto della Commedia, del filologo veronese (1760-1828), più volte ristampato con riduzioni arbitrarie. «L'opera ha carattere dialogico... Interlocutori sono alcuni puristi veronesi: Gius. Torelli, Ag. Zeviani, Fil. Rosa Morando, Gir. Pompei. L'originalità delle "Bellezze" dovrebbe consistere nel presentarci un'analisi del poema dantesco non "contenutistica"..., ma "formale"...». (DBIt., vol. 24, p. 155). Bellissimo esempl. su carta grande. De Batines I, pp. 160-1: "In quest'opera sta tutto il testo del Poema di Dante". 

 Mambelli n. 138. DBIt., vol. 24, pp. 151-8. Fiske I, 178

€ 950