Chronique des evénements survenus de mon temps. Traduction annotée par Charles Weiss.

Paris, Foulard, s.d.

in-8, pp. 166, ( 4 tavole in b/n f.t., due ripiegate raffiguranti una veduta della Firenze quattrocentesca e "la giustizia di Firenze", attribuita a Giotto, un ritratto di Dante tra Brunetto Latini e Corso Donati, la tomba di Enrico VII nel camposanto di Pisa), broch. edit., titoli in nero al dorso, in rosso al piatto anteriore figurato con giglio fiorentino. Seconda edizione francese. Dettagliata cronaca storica della Firenze dantesca, scritta ai primi del Trecento in una fresca ed efficace prosa volgare, la "Cronica delle cose occorrenti ne' tempi suoi" è uno dei più importanti testi contemporanei a Dante Alighieri. L'opera racconta spesso degli stessi personaggi e avvenimenti storici, con uno medesimo punto di vista politico (anche il Compagni era un guelfo bianco), offrendo un preziosa comparazione con la narrazione della Divina Commedia. Buon esemplare, accompagnato da lettera autografa del traduttore (deboli i primi due quaderni).

€ 80