GARIBALDI, Giuseppe

Lettera autografa firmata a "Mio caro Valzania"

Caprera, 16 febbraio, 1869

1 pagina in-8,  inviata da Caprera a Valzania (1821-1889), patriota mazziniano e poi garibaldino, in cui Garibaldi fa riferimento alla situazione dei contadini e del liberi agricoltori alla metà del XIX secolo: "...contraccambio di cuore il saluto ai liberi agricoltori, essi occupandosi di migliorare la sorte dei contadini li toglieranno dalli regni dei preti ed agevoleranno  la mia ella redenzione patria...". Si accludono due fotografie originali:

- Cabinet (mm 98x62) raffigurante Garibaldi ferito ad una gamba con un medico. Reca in basso a sinistra un timbro e molto probabilmente in basso  (ritagliata) c'era lindicazione dei fotografi francesi Charlet & Jacotin. Nel 1862 Garibaldi fu ferito ad una gamba  sull'Aspromonte: vennero realizzate diverse fotografie (alcune anche "false " con una controfigura di Garibaldi in posa con la gamba ferita)  a documentazione dell'avvenimento ma anche e soprattutto quali documenti di costume e della culura dell'epoca che contribuirono alla nascita del mito di Garibaldi. 

- ritratto fotografico di Garibaldi giovane in abiti militari, ritagliato in ovale e applicato su cartoncino (mm 110x85).

Il tutto entro moderna cornice in radica

 

 

€ 520