PELLICO, Silvio

Lettera autografa firmata a ''Reverendo Padre e Fratello dilettissimo''.

(Torino), 30 luglio 1841, 1 pagina in-4, in cui Pellico descrive nel dettaglio al padre e al fratello una brutta caduta della Marchesa di Barolo. Dalla missiva si evince lo stretto legame che legò Pellico e Juliette Colbert: un'amicizia fedele e profonda rinsaldata nel tempo da una strettissima comunanza di ideali e da un proficuo rapporto di collaborazione. ''...la signora Marchesa ha rischiato ieri di ammazzarsi... fu una caduta con forte colpo dell'occipite al muro e con danno dei lombi... ''. Giulia di Barolo fu celebre filantropa e serva di Dio.
€ 750