DAL POZZO, Giuseppe Maria Ferdinando

Minuta autografa firmato.

Datato Torino 18 marzo 1821,

3 pagine in-8 con cancellature e correzioni: si tratta della bozza autografa del documento dato alle stampe dalla Stamperia Reale di Torino e che Dal Pozzo compilò in qualità di Ministro degli Interni, carica che ricopriva da appena 4 giorni e che occupò nei giorni della reggenza (cioè fino al 21) e ancora nel periodo successivo all'abbandono di Torino da parte di Carlo Alberto, fino all'8 aprile, giorno in cui la giunta provvisoria torinese, che aveva fino allora governato il paese, deponeva il potere nell'imminenza dell'arrivo del generale Della Torre. ''Dobbiamo illuminare sua maestà sulla posizione attuale e sui disagi del suo popolo...il governo... non dubita della cooperazione dei buoni cittadini nel mantenere l'ordine e la tranquillità''. Seguono poi alcuni chiarimenti relativi a disposizioni sulla città di Alessandria sui concetti di amnistia, l'invio di un Commissario, promozioni militari e lo scioglimento della Giunta, il tutto a seguito delle disposizioni del 14 marzo del 1821. ''Carlo Alberto di Savoja principe di Carignano reggente Considerando che per l'accettazione della costituzione spagnuola fatta da noi, e il giuramento da noi prestato, e la nomina della giunta provvisoria in Torino, essendo venuto il momento di fare una e centrale autorità, e di rendere regolari le operazioni seguite in Alessandria''. Interessante documento storico.

€ 650