Il giardiniero francese overo trattato del tagliare gli alberi da frutto con la maniera di ben allevarli, trasportato dal francese... Agiunto un Compendio delle Regole e Massime più necessarie per l'esercitio di quest'arte.

In Venetia, appresso Girolamo Albrizzi, 1704,

in folio (320x220 mm), pp. (4), 55, 20 con "Instruttione per la Coltura de Fiori" (inversione di 2 ff. nell'ultimo fascicolo), ricercata legatura moderna in pelle con inserto in plexiglass entro cui è conservato un fiore essiccato. Seconda edizione della traduzione italiana (prima 1698) di fortunata opera apparsa per la prima volta in francese nel 1696. Risulta in vece in editio princeps in italiano la parte finale con alcne istruzioni pratiche per coltivare e un breve glossario sui fiori in cui vengono indicate le caratteristiche di ciascuna specie. Al titolo monogramma dell'editore, iniziali floreali n.t. e 9 tavv. f.t. apiena pagina incise su rame con complessive 85 figure. Dahuron fu giardiniere del Duca di Brunswick-Luneburg e poi del re di Prussia. L'opera testimonia l'enorme influsso che l'arte francese dei giardini esercitò sull'Italia del sei e settecento, contiene estesi cenni sui peri e sulla floricoltura e un compendio delle regole relative all'arboricoltura e alla potatura degli alberi da frutto. Buon esemplare.

Morazzoni, p. 225 (indica solo 6 tavole). Niccoli, p. 311 (indica solo 2 tavole). Molon, 118. Hunt, 455. Haym, 599.

€ 850