BONAPARTE, Carlo Luciano

(1803-1857)

Principe di Canino, nipote di Napoleone, figlio primogenito di Luciano, fu celebre naturalista. Nel 1848-49 fu politico democratico a Roma. a) 1 p. in-8, Firenze 8 ottobre 1841, indirizzata a Giambattista Cicognani, agente del Principe di Canino, a cui raccomanda usare «tutte le attenzioni che merita» verso il Cav. Marreu: «...fategli vedere se ve lo chiede il mio gabinetto e anche la mia libreria della quale sapete essere io tanto geloso!» b) 1 p. in-8, Roma 22 febbraio 1848, indirizzata al Ministro di Polizia Principe di Veano: «Sebbene io sia sicuro di essere pienamente assitito dalla ragione nella causa di pretesi delitti politici intentata dal fisco contro di me...rinunzio alla soddisfazione di farmi giudicare ed offro volentieri di pormi nella giustizia e nella bontà». Il Bonaparte (1803-1857), Principe di Canino, nipote di Napoleone, figlio primogenito di Luciano, fu celebre naturalista e nel 1848-49 politico democratico a Roma. Scienziato. Uomo politico.
€ 400