THIBAULT, Girard

Academie de l'Espee... ou se demonstrent par reigles mathematiques sur le fondement d'un cercle mysterieux la theorie et pratique des vrais et jusqu'a present incognus secrets du Maniement des Armes a pied et a cheval...

Leiden: B. & A. Elzevir, 1628,

in-folio grande (42,5x56 cm), solida legatura in m. pergamena dipinta in verde, titolo in oro su tassello in pelle granata al dorso, piatti in cartone verde. Frontesp. inciso, ritratto dell'autore, 9 tavole con grandi stemmi, 45 tavole su doppio foglio di Crispin de Pass (1), Wilhelm Jacob Delff (3), J. Gilli (6), Crispian Queborn (6), S. o B. Bolswaert (6), Salomon Saurius (3), Andreas Stockius (3), (su 46, mancando la prima della seconda parte; la tav. II della prima parte è su f. singolo). Ogni tavola è accompagnata da una descrizione di lunghezza variabile (da 2 a 12 pp., mancano gli ultimi 2 ff. con la descrizione dell'ultima tav., un epigramma ed il colophon). Il più sontuoso libro di scherma mai impresso, illustrato dai più valenti incisori fiamminghi del tempo. L'autore, morto nel 1628 e non vide dunque pubblicata la sua opera, vi espone la propria elaborata visione dell'arte schermistica, fortemente correlata con la matematica, la musica e in qualche modo con l'ermetismo. A parte le mancanze citate, ed un paio di tavole abilmente rimarginate, bell'esemplare, completo delle splendide tavole del più grandioso libro di scherma mai pubblicato (la tav. 18 è legata dopo la 19, le 2 pp. introduttive alla 2a parte precedono il secondo frontesp.).

Vigeant p. 125. Willems 302. Rahir 273.
€ 32.000