STAPLETON, Thomas

Antidota Evangelica contra horum temporum Haereses.

In quibus quatuor Evangeliorum illi textus explicantur, quibus vel haeretici hodie (maxime Calvinus & Beza) ad sua dogmata propugnanda uti solent, vel ad haereticorum dogmata impugnanda Catholici uti possunt. Lugduni, sumpt. Cl. Chappellet, (in fine:) ex Typogr. Haeredum Petri Roussin, MDXCV (Lyon 1595), 2 parti in un vol. in-8, pp. (24), 412, (4, ult. 2 bianche); 363, (37); legatura coeva p. perg. floscia, tit. ms. al dorso. Fregio sul tit., testatine ed iniz. silogr. Testo in car. tondo, note marginali in minuscolo car. corsivo. Dedica a Cristoforo Dasson-Villio, consigliere segreto e di Stato, inviata da Lovanio dove l'autore insegno Sacra Scrittura per un certo tempo. Prima rara edizione di questa dotta opera esegetica sui quattro Vangeli, contro le interpretazioni degli eretici del tempo, specialmente di Calvino e del suo discepolo e collaboratore Teodoro Beza (1519-1605). La seconda parte è interamente dedicata al Vangelo di Giovanni. L'inglese Thomas Stapleton (1535-1598) fu assai noto controvertista cattolico, fermo assertore dell'autorità del Romano Pontefice, accanto al Bellarmino, contro gli avversari anglicani, che ne ammirarono la profonda dottrina. Bell'esemplare Baudrier, Bibliographie Lyonnaise, I, 86. Encicl. Catt. XI, 1206.
€ 550