FINÉ, Oronce

Arithmetica practica, libris quatuor absoluta. Aeditio tertia. 1542 (leg.con:) Quadrans atrolabicus, omnibus Europae regioni bus inserviens. 1534 (leg.con:)

Quadratura Circuli, tandem inventa & carissime demonstrata. 1544 (leg.con:) In sex priores libros geometricorum elementorum Euclidis demonstrationes. 1544. Paris, Simone de Colines, 1534-44,

4 opere in un volume in-folio, ff. 68; 18; pp. (12), 107; (8), 152, legatura coeva in pergamena rigida, titolo calligrafato e fregio in inchiostro al dorso a nervi, tagli spruzzati in rosso e blu. I) Bordura silografica Quadrivium II al titolo, varie iniziali su fondo nero criblé, una testata silogr. siglata dallo stesso Finé, diagrammi matematici. Terza edizione, assai corretta rispetto a quella del 1535 e con nuova prefazione, dell'unica opera matematica di Finé, già inclusa nella Protomathesis del 1532. I quattro libri trattano gli integrali, le frazioni comuni e sessagesimali e le proporzioni. Schreiber 188. Smith, Rara Arithmetica 163. Renouard 385. II) Bordura silografica Quadrivium I al titolo, iniziali su fondo nero criblé, diagrammi geometrici. Prima opera di Finé impressa da Colines, già pubblicata da Savetier nel 1527. Schreiber 116. Renouard 229. III) Bordura silografica Trilicium al titolo, raffinatissime iniziali su fondo nero criblé, vari fregi e 42 diagrammi geometrici. Prima edizione del criticato tentativo di Finé di risolvere la quadratura del cerchio. La seconda parte, da pag. 73 a fine, relativa alla longitudine, è qui rilegata prima del frontespizio; tra le due parti è aggiunta una doppia tavola "Index horarius": due tondi su fondo nero raffiguranti la divisione dei segni zodiacali e quella delle ore ineguali eclittiche. All'interno dell'elaborata decorazione con delfini figura la scritta "Orontius Finaeus Delph. Hanc inaequalium horarum veram descriptionem primus depingebat Lutetiae, Anno 1553". In quell'anno Finé pubblicò in effetti presso Vascosano il De duodecim caeli domiciliis, & horis inaequalibus libellus… atque inaequalium horarum instrumento, che non comprende però questa tavola doppia. Mortimer 229. Schreiber 215. Renouard 215. IV) Bordura del Trilicium al titolo, numerose iniziali su fondo nero criblé, vari fregi e diagrammi geometrici. Seconda edizione, ristampa di quella del 1536, con aggiornamento della bibliografia di Finé, comprese quelle non ancora completate. Come nel n. III, la dedica a François I si apre con l'iniziale "D" con stemma del Delfinato ed il nome "Orontius". Thomas-Stanford 10. Mortimer 216. Schreiber 214. Finé (Briançon 1494-Parigi 1555) fu celebre matematico, astronomo, geografo, musicista, e costruttore di orologi; ebbe inoltre il merito di diffondere, anche con la divulgazione di opere straniere, l'interesse per gli studi matematici. Questa sammelband coeva su carta forte, in perfetto stato, riunisce quattro sue importanti opere e tre diverse tra le splendide bordure silografiche, attribuite allo stesso Finé, che ornavano d'abitudine le edizioni di Colines: rispettivamente il Quadrivium II (che comparve per la prima volta nel 1536), il Quadrivium I (apparso nel 1526), e due volte il Trilicium (che compare per la prima volta in queste due edizioni del 1544). "Finé's contribution to the art of book are undeniably his most valuable and permanent, for he was a genuinely accomplished draftman and designer who often decorated his own works" (Schreiber p. 116).

€ 12.000