GUAZZO, Marco

Astolfo Borioso...

tutto riformato. Et per l'auttore nouamente aggiunto con somma diligentia ristampato, et historiato. M.D.XXXII. (In fine:) Stampato in Vinegia, per Gulielmo da Fontaneto di Monferra, MDXXXII a di quatro del mese de aprile 1532), in-4, f. 60 n.n., legatura coeva in piena pergamena, titolo ms. al dorso. Testo in carattere romano su due colonne con 5 ottave l'una. Titolo in rosso e nero con al di sotto grande legno (mm 141x112 ) raffigurante Astolfo vincitore sul gigante Malacalza. Al f. A2 recto in testa alla pagina legno oblungo con Carlomagno in trono tra uomini di legge e guerrieri (mm 70x111). Nel testo piccole vignette. Romanzo cavalleresco in 14 canti, dalla notevole fortuna editoriale, dedicato dal Guazzo al giovane Guidobaldo della Rovere, in cui è evidente la ripresa della materia del "Furioso". In questa edizione, prima ristampa della prima parte dopo la princeps del 1531, l'autore aggiunge sempre più espliciti riferimenti all'Ariosto (DBIt LX, p. 532). Marco Guazzo (1480-1556), fu storico, poeta, drammaturgo e uomo d'armi padovano. Rarissimo libretto censito in una sola Biblioteca pubblica italiana (A. Mai di Bergamo). Buon esemplare (tracce di polvere al titolo, macchia d'umido al f. B4). Manca a Gamba. Sander 3318. Essling II, 658. Melzi e Tosi, p. 170.
€ 6.200