Auctores Finium regundorum. Nicolai Rigaltii observationes et notae, item glossae agrimensoriae.

Lutetias (i.e. Parigi), apud Ioannem Libertum, 1614, 

in-4, pp. (16), 348 (i.e. 344), (8), 206, legatura moderna in tela beige, tassello granata al dorso e timbro in oro della "Lawes agricultural trust", di cui compare ex libris anche al contropiatto anetriore. Testo con numerosi diagrammi e illustrazioni in silografia, comprese illustrazioni a piena pagina alle pp. 131-143, 202, 204 e 205 della prima parte e una interessante mappa di Sorrento a p. 91 della seconda parte dedicata alle note e commento. Si tratta di un compendio che raccoglie vari frammenti e passi di antichi scrittori sulle condizioni degli agri e dei diritti di confine, tra cui Dolabella, Isidoro, Aggeno, Vitale e la trascrizione delle "Legis Mamiliae" e "Legis agrariae servilianae". L'avvocato e studioso francese Nicolas Rigault (Rigaltius, 1577-1654) divenne bibliotecario della biblioteca reale, dal 1613 al Consiglio parlamentare di Metz, poi dal procuratore generale alla Camera di Nancy e infine direttore del paesaggio di Metz. Buon esemplare. 

Graesse I, 250.  Ebert I, 1345. Schweiger III, 1282.

€ 500