ALFIERI, Vittorio

C. Crispo Sallustio tradotto in Italiano. La guerra di Catilina. La guerra di Giugurta.

Italia, (ma Pisa, Capurro) 1808, in-4, pp. X, (2), 226, leg. edit. cart. marmorizz. Con occhietto recante la scritta ''Opere di V. A. da Asti. CC. Sallustio. Esemplari 250'', segue frontespizio generale delle ''Opere''. Tiratura a sé delle due opere del Sallustio tradotte da Alfieri e ivi pubblicate nella magnifica edizione delle Opere in 22 tomi, con l'indicazione ''Italia'', stampata a Pisa dal Capurro negli anni 1805-1815, impressa su carta grande e forte e tirata a soli 250 esemplari. L'edizione di cui si è servito Alfieri per la traduzione è ''degli Hachii, Leyda, 1659 in 8° cum notis Variorum'', La guerra di Catilina e La Guerra di Giugurta apparvero per la prima volta nelle ''Opere postume'' del 1804 con l' indicazione di Londra (ma Firenze, Piatti). L'amore che Vittorio Alfieri nutriva per Sallustio emerge dalla prefazione: « Per chi sa il Latino, sarà senza alcun dubbio assai meglio di leggere questo divino autore nel testo. Per chi non lo sa, e desidera pur di conoscerne non solamente i fatti narrati, ma anche alcun poco l'indole, la brevità, l'eleganza, il meno peggio sarà di cercarsi quel traduttore che dal testo si verrà meno a scostare, senza pure aver faccia di servilità. Ogni traduttore, che ne ha durata la pena, crederà d'esser quello, benché non lo dica. Io, non più modesto d'un altro, ma forse alquanto più sincero, non nasconderò al lettore questa mia segreta speranza, di essere pur quello. » Perfetto esempl. su carta grande, a pieni margini, assai fresco. Bustico 16.
€ 120