MONTI, Vincenzo

Cajo Gracco, tragedia.

Milano, dalla tipografia di Luigi Veladini, (1804), in-8, pp. (4), 111, leg. mod. in mezzo marocchino, tit. oro al dorso, copert. muta orig. cons. Terza presunta edizione della tragedia in cinque atti di V. Monti (1754-1828), scritta tra 1788 e 1800, in cui l'autore mise in scena il suo ideale politico, contrario alla demagogia e alla tirannide. Fonte d'ispirazione per quest'opera furono il ''Coriolano'' e il ''Giulio Cesare'' di Shakesperare, le ''Notti Romane'' del Verri e autori classici come Plutarco e Cicerone. Edizione elegantemente impressa su carta forte a fogli diseguali. Bustico, 126. Salvioli, 595. Renda-Operti, pp. 768-775.
€ 140