Marquis du Breil

Carlo Emanuele III di Savoia (1701-1773)

Interessante assieme di manoscritti dalla notevole importanza storica. Si tratta di sei diversi documenti (e una minuta in tre quaderni) vergati dal Marchese du Breil ed indirizzati a Carlo Emanuele III di Savoia. Il Marchese, di cui alcuni tratti biografici vengono alla luce unicamente attraverso i suoi scritti, affronta temi quali il concordato di Worms, la genealogia dei Duchi di Savoia, la guerra di successione austriaca, l'assedio di Praga... Si tratta probabilmente delle copie autografe che il conte conservò per sé, per il suo archivio personale, mancando timbri o segnature della Corte sabauda ed essendo chiaramente vergati, privi di legatura e dello stesso formato. I dati riportati sono del tutto inediti e sono estremamente interessanti perché forniscono le chiavi di lettura di un uomo d'arme e politico ad eventi a lui contemporanei. JOURNAL OU CRONIQUE, je n'ai écrit que ce peu de feuilles, que je lui reset, parce que V.A.R. n'était pas alors au fait des affaires, et en peu tirer quelques lumières. Mm 290x200, ff. 41. Vengono riportati fatti e trattative di politica internazionale (con Francia, Inghilterra, Spagna e Ungheria) tra il 1741 e il 18 settembre 1743. I fatti narrati seguono la firma del concordato di Worms e riguardano la sanguinosa guerra di successione austriaca, terminata solo nel 1748. Il Marquis du Breil invita Carlo Emanuele III a cercare di mediare per conservare Villafranca e di allearsi con gli Inglesi. In cattiva luce vengono discretamente messi gli operati del marchese di Ormea. CONSIDERATIONS POLITIQUES, Militaires, et Economiques Mm 290x200, ff. 10. In testa al primo f. "Turin ce 19 Avril 1746". Si tratta di una serie di considerazioni politiche, militari ed economiche sullo stato Sabaudi dal 1684 al 1746. Le prime due pagine contengono alcuni appunti biografici dell'a. come il suo utilizzo ad Ayo e l'ingresso nei Dragons Genovois a soli 16 anni. Viene fornita anche una genealogia dei duchi sabaudi con dettagli sulla loro personalità e sugli uomini della loro corte. CONSIDERATION sur les dispositions qu'on peut donner dans cet Etat pour soûtenir les Guerres. Mm 290x200, ff. 16. f. 1 recto "Ebauchées dans cette Feuille au Camp de la stradella ce 27 Juin 1746" f. 9 verso "Au Camp de la Stradella le 29 Juin 1746". Questo resoconto ricco di suggerimenti per rafforzare lo Stato e l'Esercito di Savoia viene compilato in uno dei momenti più difficili della guerra di successione austriaca: l'anno dopo i francesi, di cui il Marquis de Breil avverte forte la minaccia, attaccheranno da quattro direttrici il Piemonte, ormai vicino al collasso. REPERTOIRE: 3 quaderni di minute e 2 con fedele trascrizione del testo (mm 290x200 ff. 62+25; 69) in cui il Marquis du Breil, il cui nome compare in calce al primo f. della minuta del Repertorio, analizza lucidamente la situazione a lui contemporanea suddividendo il suo trattato in diversi punti. Viene fornito un dettagliato panorama della situazione politica ed economica dell'Europa, in particolare dell'Austria della Francia e dei loro interessi nei confronti de possedimenti dei Savoia. Vengono inoltre delineate le caratteristiche principali che devono avere i vari Ministri a seconda dello Stato in cui si trovano ad operare. Al secondo volume "Additions au Repertoire", viene analizzata nello specifico la struttura interna dei possedimenti dei Savoia e delle figure che vi operano (magistrati, vescovi, polizia, intendenti). Una parte autobiografica particolarmente interessante si trova a partire da p. 63 del tomo II in cui il Marquis de Breil parla della sua formazione all'Accademia di Parigi, del suo ingresso nel gruppo del Dragon, della sua vicinanza al Re Vittorio Emanuele, dei suoi incarichi a Vienna ed in Italia, fino al suo confino ad "Aio". Le ultime pagine sono invece un elenco di persone che si distinsero nei vari campi per fedeltà al sovrano. Le varie sezioni del manoscritto recano la data e il luogo in cui vennero vergate (tomo primo f. 62verso "Ecrit, ou pour mieux dire, griftoné à la Vénerie pendant le sejour, que la Cour y a fait le Printemps du 1754"; tomo primo f. 25 recto "1754. A la Venerie ce 26 Juin. Jour Horeux pour cet Etat"; tomo secondo p. 62 "Commncé à Gouvon le septembre 1754 et fini a Turin en ottobre suivant". MOÏENS PRATIQUABLES en tems de guerre pour augmenter les fonds nécessaires à la defense del' etat. Mm 290x200, ff. 9. Datato al f. 1 recto "Le Mois de Settembre 1755". Il Marquis du Breil cerca di individuare le strategie economiche per aumentare i fondi della difesa dello Stato senza gravare sul popolo e sui soldati. Tra le proposte quella di reintrodurre il Tributo Regio come nella guerra del 1742. Una parte del testo è in italiano. CONSIDERATION sur l'état présent du Roi de Prusse. Mm 290x200, ff. 18. Datato "A la Vénerie ce 14 Juin 1757". All'indomani dello scontro della Battaglia di Praga durante la guerra dei sette anni, Le Marquis du Breil avanza qualche perplessità sulla strategia del Re di Prussia Federico il Grande, che allora teneva in scacco la città polacca. Analizza poi quelle che potrebbero essere le richieste del prussiano nell'ambito della politica internazionale data la sua posizione di forza.
€ 2.000