CORNELIUS, Flaminius

Cleri et Collegii Novem Congregationum Venetiarum.

Venetiis, Typ. Pinelliana, 1754, in-4, pp. XVI, 135, (1), leg. epoca cart. coevo. Front. a stampa rossa e nera con vignetta inc., testatina inc. in rame alla prefazione, ritr. dell'a. in medaglione a pag. XIV prelim., fregi ed iniz. silogr., testo su due colonne. Raro volume che raccoglie documenti e privilegi delle nove Congregazioni veneziane (S. Michele Arcangelo, S. Maria, SS. Ermagora e Fortunato, S. Maria Formosa, S. Silvestro, S. Luca, S. Paolo, SS. Canciano e soci, Santiss. Salvatore). Prima edizione a sé, ''accresciuta e illustrata di nuove annotazioni'' (già compresa nel vol. IV delle ''Ecclesiae Venetae'' del medesimo autore, apparse nel 1749). Il Cornaro (latinizzato in Cornelius) fu cultore di cose patrie, autore di molte opere di storia ecclesiastica veneziana, materia nella quale era il più erudito a quel tempo. Esempl. a grandi margini (lieve alone d'umido nelle prime pagine). Cicogna, 125: ''Il Cornaro pose la stessa opera nel tomo IV delle Chiese Venete, ma in questa seconda edizione è accresciuta''.
€ 420