(NAPOLEON BONAPARTE)

Code Pénal, ou Code des délits et des peines.

Edition stéreotype faite au moyen de matrices mobiles en cuivre, d'après le procédé d'Hernan. Précédé de l'Exposé des motifs par les orateurs du Conseil d'Etat, sur chacune des lois qui composent ce Code, avec une Table alphabétique des Matières. Paris, Garnery, 1810, in-8, pp. IV, 144, 172, legatura coeva in p. pelle, titolo, filetti e fregi in oro al dorso. Edizione in ottavo (nello stesso anno uscirono edizioni in-8, in-4 e in-12) del codice penale introdotto da Napoleone Bonaparte il 12 febbraio 1810, pubbblicato riprendendo nel titolo il ''Code des délits et des peines'' del 1795 che andava a rimpiazzare. La prima parte dell'opera, con numerazione propria, riporta gli interventi degli oratori del Consiglio di Stato a spiegazione di ciascuna legge. La seconda parte è dedicata al codice vero e proprio, che rimase in vigore fino al 1994. Buon esemplare, con qualche sporadica brunitura.
€ 280