SALLUSTIUS CRISPUS, C.

De coniuratione Catilinae. De bello Iugurthino. Oratio contra M.T. Ciceronem...(Ed. Aldus Manutius).

Venetiis, aedibus Aldi et Andreae Asulani soceri, mense aprili 1509,

in-8, pp. (16), 279, (1), leg. settec. p. perg., tit. oro al dorso, tagli rossi. Ancora aldina sul tit. ed in fine, spazi con lettera-guida per le iniz. Lettera-dedicatoria di Aldo a Bartolomeo Alviano, uomo d'armi al servizio della Serenissima, protettore di dotti e letterati. Alle opere di Sallustio fanno seguito da pag. 160 alcuni scritti di Cicerone (''Oratio contra C. Crispum Sallustium'', di falsa attribuzione, e le ''Orationes quatuor contra Lucium Catilinam''), di Marcus Porcius Latrus (''Declamatio contra Lucium Catilinam'') e dello stesso Sallustio ''Orationes quaedam ex libris historiarum''. Questa prima edizione aldina di Sallustio è alquanto rara, come tutte le edizioni aldine verso la fine del primo decennio del Cinquecento; l'imminente fine della Repubblica Veneta influì sicuramente sulla tiratura dei volumi usciti in quegli anni, in cui la produzione di Aldo fu molto limitata: in 6 anni, dal 1506 al 1511 compresi pubblicò sole 8 edizioni. (Traccia di piccolo timbro e firma abrasa sul foglio di tit., aloni sui primi ff.).

Renouard 57.3. UCLA 86. Laurenziana 105. Adams S-139. STC 599.
€ 5.000