PELLEGRINI, Antonio

De Iuribus et Privilegiis Fisci, libri septem.

Augustae Taurinorum. apud haeredem Nicolai Beuilaquae, MDLXXXIX (Torino, eredi Bevilacqua, 1589) in-4, pp. (56), 412, legatura coeva p. perg. floscia. Impresa tipogr. sul tit., testatine ed iniz. silogr., testo su due colonne. Dedica a Pasquale Cicogna, Principe della Repubblica Veneta. Seconda edizione (la prima era apparsa l'anno precedente a Colonia) di questo ampio dotto trattato sui diritti ed i privilegi del Fisco: cosa sia il Fisco, delatori, testamento, incapaci e indegni, pubblicazione dei beni, eredità, donazione, ufficiali del fisco, pignoramenti ed ipoteche, ecc. L'autore (1530-1616) fu avvocato fiscale della Camera Patavina, autore di svariate altre opere giuridiche (''De fidei commissis...tractatus'', ''Decisiones Patavinae'', ''Consilia sive Responsa iursi'', ecc.) Rara cinquecentina torinese, presente in sole cinque biblioteche pubbliche italiane. Bell'esempl. genuino (purtroppo con aloni d'umido nei margini superiore ed inferiore che toccano il testo). Bersano Begey I, n. 412. Fontana, Bibl. legalis II, col. 78.
€ 850