LIPSIUS, Iustus

De Militia Romana libri quinque, Commentarius ad Polybium. E parte prima Historicae Facis (liber primus-quartus) Qui est de Disciplina (liber quintus).

Analecta siue Observationes Reliquae ad Militiam et Hosce libros. Antuerpiae, ex Off. Plantiniana, , apud Viduam, & Ioannem Moretum, M.D.XCVI. (Anversa, Plantin, 1596), in-4, 3 parti in un vol., ff. (8), pp.330, (2, bianche), 292, ff.(4), magnifica legatura francese di fine XVII secolo in pieno marocchino granata, piatti interamente decorati da bordura racchiudente i gigli di Francia, al centro lo stemma araldico del "Collegium Grassinaeum", dorso a nervi con titolo ed uguale decoraz. di gigli, il tutto impresso in oro, tagli dorati. Illustrato da alcune incisioni in rame o in legno nel testo, 1 tav. ripieg. f.t., attribuite a Pieter van der Borcht. Prima edizione di opera storico-militare sulla potenza di Roma nei due secoli avanti Cristo, che il dotto studioso belga J.Lipsius (1547-1606) basò sulle memorie lasciate dallo storico Polibio (204-122 a. Cr.) amico di Scipione Emiliano. Visse 17 anni a Roma ed ebbe modo di consultare gli archivi della città e di ricavarne la storia qui commemtata da Lipsius. Esemplare bellissimo in elegante legatura. I volumi in legatura identica alla presente, con gigli di Francia e lo stemma del Collegium Grassinaeum, venivano offerti in premio ai vincitori dei ''Certamina'' organizzati periodicamente dal College des Grassins di Parigi, ora in Rue Laplace. Biblioteca Belgica, III, L369. Adams L781. Cockle 620.(ha solo ediz. 1614).
€ 1.900