IAMBLICHUS

De Mysteriis Aegyptiorum, Chaldaeorum, Assysiorum. Index eorum, quae hoc in libro habentur. Proclus.. Porphyrius.. Synesius.. Psellus.. Expositio in Theophrastum.. Alcinoi.. Speusippi.. Pythagorae.. Xenocratis.. Mercurii Trismegistis Pimander.. Marsilii Ficini de triplici vita.. de voluptate.. de Sole & lumine.. Apologia.. De Magis.. 

(In fine:) |Venetiis, in aedibus Aldi et Andreae soceri mense Novembri M.D.XVI (1516),

in-folio, ff. 175 (numerati per errore 177), 1 nn., legatura moderna in marocchino marrone, riguadro di filetti  asecco ai piatti, dorso a nervi con titolo a secco. Car. tondo, ancora aldina al primo e ultimo f. ,al verso del tit. dedica di Marsilio Ficino al Card. Giovanni de'Medici. Seconda edizione aldina, che amplia quella curata dal Ficino del 1497. Comprende gli scritti dei maggiori esponenti di quella corrente del Neoplatonismo influenzata dal misticismo magico: oltre ai "Misteri" di Giamblico, il "De anima atque demone" nonché "De sacrificio & Magia" di Proclo, "De somniis" di Sinesio, "De Daemonibus" di Psellus, l'"Aurea verba e i Symbola" di Pitagora. Rispetto alla prima edizione, contiene importanti aggiunte, quali "Il Pimandro" e l'"Asclepio" di Ermete Trismegisto, il "De triplici vita, De sole & lumine, e De Magis" di Marsilio Ficino stesso. Il «De Sole» si compone di 13 capitoli, tra i quali spiccano, per interesse scientifico il cap. IV «Conditiones Planetarum ad Solem», il V «Virtus Solis in generationibus atque temporibus», il VII «Dispositiones Signroum & planetarum circa Solem atque Lunam»; VIII «Planetae concordes cum Sole & Luna sunt foelices, discordes contra» etc. Ficino (1433-1499), tra le più straordinarie personalità del Quattrocento, fu celebre umanista e filosofo, detto «alter Plato» per il suo famoso commento a Platone. La traduzione dei Dialoghi, compiuta già nel 1477, contribuì in maniera determinante alla rivalutazione, anche in chiave cristiana, del pensiero platonico, ed è considerata tra le più alte produzioni speculative dell'Umanesimo. Edizione impressa con grande cura, e non meno rara dell'originale. In fine, interessante è il Catalogus Librorum M.Ficini, e commovente l'avviso ai lettori di Andrea d'Asola "perlegite hoc vos orat Andrea socer Aldi. Aldus vivus quo in dies magis..." Buon esempl. marginoso, con chiose manoscritte coeve (piccolo alone nell'angolo inf. dei primi e degli ultimi fogli, più esteso all'ultimo).

Renouard 77.8. Caillet 5489. Bibl. Phil.Hermetica 127 e 128 (ed. 1497). UCLA 131. G.F.d'Asola 20.
€ 9.000