Cinofilia - CIRINO, Andrea

De Natura et Solertia Canum liber singularis. In quo sapientissimorum veterum oracula insuper loca omnia sacrae scripturae, quae ad canes spectant expenduntur.

Panormi, Ioseph. Bisagni, MDCLIII (Palermo 1653),

in-4, pp. VIII, 347, (1b). Perfetto cartonato rustico originale con titolo manoscritto nella parte superiore del dorso. Silografia di due cani sul foglio di titolo, al recto del secondo foglio figura di Diana con cani, al verso altra figura di cane seduto. Il testo è illustrato da 26 belle incisioni in silografia raffiguranti esemplari delle razze canine al tempo conosciute. Alcuni capitoli del raro trattato corncernono la caccia: ''De cane leporario, et veloce - De vestigatione canum in venatu - De cane venatico - De cane acquatico, et aucupe - Miscella de canum natura, et venatione - De venatione cum canum''. Prima ed unica edizione di una delle prime monografie di cinofilia Cirino (1618-1664), assai rara anche essendo impressa a Palermo, e riccamente illustrata. Solo 4 esemplari completi censiti in biblioteche italiane. Il Cirino pubblicò a Palermo nel medesimo anno un trattato "De venatione et natura animalium". Magnifico esemplare a fogli chiusi, freschissimo con nitidissime incisioni; abile restauro al margine superiore di alcuni fogli del primo quaderno, stemma di antica collezione privata al titolo.

B:Museum XVII sec., 238. Souhart 103. Ceresoli 158. Schwedt, I, 112. Manca a Michel-Michel. ''L'opera è affascinante ed unica nel suo genere e si occupa oltre che dei cani e del loro addestramento alla caccia, anche di animali selvatici. Le illustrazioni sono divertenti e curiosissime, di un'ingenuità e di un sapore particolare... Opera che Ceresoli dichiara rarissima''(Moncada, Bibl.Siciliana)

€ 9.500