BRASAVOLA, Girolamo

De Officiis Medicis libellus.

Ferrariae, apud Bened. Mammarellum, 1590, in-4, ff. (4), 50, legatura moderna p. pelle, duplice tass. in pelle con tit. e fregi oro al dorso. Sul frontespizio stemma del Duca di Ferrara Alfonso II d'Este, cui l'opera è dedicata. Iniziali e fregi silogr. Prima ed unica edizione di quest'opera molto rara, ''volta a illustrare l'utilità e i compiti della professione medica. Il B. concorda con Ippocrate nel ritenere che la funzione del medico sia essenzialmente quella di amministrare e disciplinare i rimedi che la natura stessa suggerisce...Gli strumenti di ricerca del medico sono la ragione e l'esperienza...; i mezzi d'intervento a disposizione del medico sono poi la dieta, la farmacopea e la chirurgia'' (DBIt., vol. 14, pp. 52-3). L'autore (Ferrara 1536-1594), figlio di Antonio Musa, fu professore di filosofia, medicina e lingua greca nell'ateneo ferrarese, poi medico primario alla corte di Alfonso II; talvolta viene confuso con un suo omonimo vissuto nel secolo successivo. Bell'esempl. (antica firma di proprietà e due timbri privati sul tit., lievissima ingiallitura sui primi fogli). Manca a molti repertori consultati (Wellcome, Durling, Bibl. Osleriana, ecc.). Bibl. Walleriana 1423.
€ 1.450