(BIANCHI, Gio. Antonio.)

Dei vizi e dei difetti del moderno Teatro e del modo di correggergli, e d'emendarli Ragionamenti VI.

Di Laurisio Tragiense pastore arcade. Roma, Stamp di Pallade, appresso Nic. e Marco Pagliarini, 1753,

in-4, pp. (XII), 346, leg. posteriore m. marocchino e angoli, dorso a nervi con titolo e fregi in oro. Frontespizio a stampa rossa e nera con emblema dell'Arcadia inc., graziose testate, finalini ed iniz. silogr. Dedica a Pietro Andrea Cappello, ambasciatore di Venezia preso il Papa. Con una piccola incisione n.t. e complessive 7 tav., delle quali 5 f.t. Prima edizione di quest'opera di notevole interesse che, in polemica col teologo Daniele Concina, rigoroso nella condanna del teatro, cerca di conciliarne le esigenze con quelle della morale cristiana, proponendo la censura e l'intervento della magistratura per castigare le opere ''poco corrette''. L'autore (Lucca 1686 - Roma 1758) entrò giovanisimo nell'Ordine dei Minori Osservanti, fu teologo, professore di filosofia, ed autore di numerose tragedie e commedie. Ottimo esemplare a pieni margini. (Nota ms. di possesso coeva sul titolo ''Bibliotheca Francisci Buxeti, dono Hieronimi Teodoli'').

Lancetti 158. Melzi III, 261. DBI X, 114-117. Cicognara 761.
€ 490