BARTOLI, Cosimo

Del modo di misurare le distantie, le superficie, i corpi, le piante, le provincie, le prospettive, & tutte le altre cose terrene,

che possono occorrere a gli huomini, secondo le vere regole d'Euclide...Venetia, Franc. Franceschi, 1564,

in-4, ff. (4), 141, (3), leg. p. perg. antica, tass. in pelle con tit. oro al dorso. Dedica dell'a. al Duca Cosimo Medici, testo in car. corsivo, gran numero d'iniz. silogr. Bel frontesp. silogr. a motivo architett. fig., ritratto dell'autore, svariate decine di diagrammi e figure silogr. anche a piena pag. n.t. e 2 tavole ripieg. f.t. Prima edizione di quest'importante trattato di matematica applicata che testimonia dell'eclettica e vasta cultura del Bartoli (Firenze 1503-1572) che fu letterato, storico, traduttore ed editore di varie opere. Fu tra i sostenitori della necessità di scrivere e divulgare in Italiano le opere scientifiche; il primo libro tratta delle misure di altezze, profondità e distanze, il II e III della geometria piana, il IV dei rilevamenti cartografici, l'ultimo fornisce dimostrazioni euclidee alle misurazioni del libro I. Esempl. con qualche alone e lavoro di tarlo su mezza riga di una decina di fogli, con perdita di testo.

Smith, Rara arithmetica, p. 315, note. Riccardi I, 90. Gamba 1248. BMC 73.
€ 1.300