FUMAGALLI, Angelo

Delle Istituzioni Diplomatiche.(di Angelo Fumagalli già abate di S.Ambrogio e Presidente del Cistercense),

Milano, Stamperia e Fonderia al Genio Tipogr., 1802, 2 vol. in-4, pp. (2), XXX, 459; X, 516, Leg. del tempo m. pelle e ang., tit. e filetti oro ai dorsi. Dedica di Fr. Germani a Francesco Melzi, vice-presidente della Repubblica italiana. Grande fregio inc. sui titoli, 2 belle testatine dis. ed inc. da Aspar ed in fine ai due vol. (sei nel primo, due nel secondo) 8 grandi tavole incise in rame e più volte ripieg. f.t. (facsimili di antichi documenti manoscritti, all'origine della grafia umana). E' forse l'opera più importante del Fumagalli (1728-1804), grande storico milanese, abate di S. Ambrogio e fra i massimi diplomatisti. «Questo lavoro e il Codice Diplomatico Santambrosiano costarono all'autore 40 anni di assiduo lavoro, ma nonostante ciò il Fumagalli mostrò ancora un esempio della sua generosità facendo donazione all'editore del manoscritto e delle tavole incise che riproducono con scrupolosa esattezza alcuni documenti» (Cat. Hoepli). Ottimo esempl., fresco e ad ampi margini. Cat. Hoepli, Milano nei libri, n. 695. Brunet, VI, 30193.
€ 1.300