FABRIS, Salvatore

Der Kunstreihen und weitberumeten Fechtmeister S. Fabris Italianische Fechtkunst.

Das ist: Grundeliche und ausfurliche unterrichtung von dem fechten: wie man diselbe kunst auss iren rechten Fundamenten schopffen, und zu einer gewissen volkommenheit erlernen solle... Leyden, I. Elzevier, 1619, in-folio, pp. (8), 196, legatura del tardo XVIII secolo in mezza pelle e angoli, titolo su tassello granata al dorso (cerniere restaurate). Titolo in rosso e nero con una grande illustrazione in legno (mm 80x130) e 190 più piccole silografie n.t. numerate, tutte raffiguranti scene di combattimento tra due uomini nudi. Testo in carattere gotico, testatina e iniziale silogr. Prima edizione completa della traduzione tedesca ''De lo Schermo, overo scienza d'arme'', apparso per la prima volta a Copenhagen nel 1606. Una così precoce traduzione e la realizzazione di nuovi legni per illustrarla testimoniano la notevole importanza e fortuna dell'opera di Fabris; pochissimi sono in ogni caso gli esempi di versioni in lingua straniera dei trattati italiani. Buon esemplare di testo estremamente raro (piccole macchie d'umido al frontespizio, antico timbro di biblioteca russa estinta al titolo e a p. 17). Gelli, p.77.Thimm p. 97. Pardoel 897. Castle, Schools and masters of fence, p. XXXIII. Vigeant p. 56: ''Cette traduction fait par les Elzeviers, avec nouvelles gravures sur bois, prouve la merite reconnu de l'oeuvre de Fabris''. Lipperheide 2952. Willems 157. Simoni F3. En Garde 29, cita solo l'edizione italiana del 1606.
€ 8.000