ALCIATI, Andrea

Diverse Imprese accomodate a diverse moralità,

con versi che i loro significati dichiarano insieme con molte altre nella lingua italiana non più tradotte... Tratte da gli Emblemi dell'Alciato. Lione, Mathias Bonhomme, 1551,

in-8, pp. 191, leg. m. pelle ed angoli. Tit. racchiuso in bordura architett., 179 emblemi entro bordura silogr. ornamentale variata ed 8 pagine col testo entro bordura senza emblemi: opera in pratica interamente silogr. (tranne la pag. n. 2 contenente il privilegio del Re). Dedica al Principe di Venezia Francesco Donati da parte di Giovanni Marquale, che è anche l'autore della traduzione (apparsa per la prima volta nel 1549). Rara edizione, arricchita di nuovi emblemi, della celebre opera "Emblemata" di Alciati, tra le prime e più importanti sull'argomento, «galleria di situazioni, ora connotate da caratteri particolari, ora trasfigurate in metafore, ma in definitiva, riferimenti e rappresentazioni anch'esse dei comportamenti umani e delle ricorrenti evenienze del caso» (cfr. il vol. "Emblemata", Torchio de' Ricci, Milano, 1986). I soggetti in essa rappresentati furono sovente ripresi ed illustrati da pittori e disegnatori dell'epoca e posteriori. Andrea Alciati (Milano 1492 - Pavia 1550) fu grande erudito, umanista e giureconsulto, professore in varie Università francesi ed italiane ed autore di molte altre opere. Esemplare genuino.

Praz 249-250, note. Green 50. Adams A-599. Baudrier IX, 187. STC, Franch, 9. Diz. Biogr. It. II, 69-77.
€ 2.400