DANTE

(Divina Commedia). Dante con una breve e sufficiente dichiarazione del senso letterale diversa

in più luoghi da quella degli antichi Comentatori. Lucca, Seb. Dom. Cappuri, 1732, 3 vol. in-8, pp. (22), 261; (2), 273, (11); (2), 294, (8); modesta legatura del tempo m. pelle, tasselli di carta ai dorsi. Con un bel fregio silogr. alla fine di molti canti. Testo in carattere corsivo per la parte poetica, tondo per gli Argomenti e le note su due colonne a pié pagina. Lunga dedica di Gio. Batt. Placidi al Papa Clemente XII. Prima edizione del commento del senese Pompeo Venturi che segna l'inizio dei commenti moderni alla ''Commedia''. Ebbe alto riconoscimento da G.B. Vico, come dimostrò Benedetto Croce (Conversaz. critiche, serie III, pp. 315-319) e venne ristampato molte volte fino alla metà del XIX secolo. Buon esempl. genuino (qualche traccia d'uso e lievissime bruniture della carta). Mambelli n. 59. De Batines I, p. 106.
€ 1.100