BROSSES, Charles de

Du culte des dieux fétiches,

ou Parallèle de l'ancienne religion de l'Egypte avec la religion actuelle de Nigritie. S.l. (ma Parigi), s.e, 1760, in-12, pp. 285, (ultimo f.bianco incollato alla sguardia), leg. coeva in p. pelle, fregi floreali e titolo in oro su tassello al dorso, tagli rossi. Vignetta al frontespizio, testatina e iniz. silogr. Edizione originale di questa importante opera, che precorre i moderni studi di etno-antropologia e che compara credenze ed idoli religiosi dell'antico Egitto e della ''Nigritie'' (ovvero gli attuali Niger, Mali e Sudan). Presidente del Parlamento di Digione, membro dell'Accademia delle Iscrizioni di Parigi, De Brosses collaborò con Diderot e d'Alembert alla stesura dell'Encyclopédie, in cui viene citato 15 volte in undici articoli differenti. Si dilettò di studi storici ed antiquari e di filosofia del linguaggio (''Traité de la formation méchanique des langues'', 1765), sebbene la sua opera più nota sia la presente, in quanto uno dei primi saggi comparativi di storia delle religioni. ''Le culte de certains objets terrestres et matériels appelés fétiches et que par cette raison j'appellerai fétichisme'': De Brosses, con il neologismo coniato in quest'opera (dal latino ''facticius'') fu anche la fonte di Marx per il concetto di ''feticismo'' della merce come importante componente del capitalismo. Ottimo esemplare. Brunet I, 1277.
€ 1.050