GUADAGNOLI, Pietro

Eclogae di vari autori.

Manoscritto autografo, fine XVIII secolo,

in-8 (mm 200x130), pp. 302 chiaramente vergate su entrambe le facciate, legatura coeva in mezza pergamena ed angoli, carta marmorizzata a piatti, titolo ms. al dorso. Si tratta della trascrizione autografa che Pietro Guadagnoli, letterato aretino vissuto tra XVIII e XIX secolo, fece dell'edizione edita nel 1504 da Filippo Giunta a Firenze delle Egloghe di vari autori. Il Guadagnoli trascrisse i versi di Pomponio Gaurico, Calpurnius Siculus, Nemesianus, Petrarca, Boccaccio e Giovan Battista Spagnoli mantovano, tralasciando deliberatamente i versi di Virgilio che erano contenuti nell'edizione a stampa. Il Guadagnoli è noto per la composizione di alcuni poemi (''La tavola di Cebete'', ''Le rose''), sonetti ed orazioni. Ex libris applicato al contropiatto con incisione e portante la scritta "Lugdunum Vesia MDCCCLXXXXIII" (riscontrato su vari altri esemplari in commercio o in biblioteche online).

Ottimo esemplare di interessante manoscritto che testimonia la continuità e la diffusione della circolazione manoscritta ancora nel XVIII secolo ma anche l'importanza filologica e la considerazione in cui erano tenute le edizioni del principio del XVI secolo.

€ 1.300