CRIVELLI, Giovanni

Elementa Arithmeticae numericae et litteralis.

Secunda editio latina, correcta et aucta. Venetiis, apud J. M. Lazzaroni, 1740,

in-8 (segnatura in-4), pp.XIV, 250, titolo in rosso e nero. Legatura coeva in pergamena rigida, fregi oro e tassello granata al dorso. Edizione dedicata a Clelia Borromeo. La prima edizione, italiana, vide la luce a Venezia nel 1728 e divenne presto un libro di testo usano nelle scuole. Crivelli (1691-1743) appoggia le sue teorie matematiche a Galileo e Cartesio opponendole a quele di Leibniz. Per i suoi meriti scienticifi fu associato all'Accademia di Bologna, a quella di Berlino e alla Royal Academy di Londra. Bell'esemplare.

Riccardi I, p.385. Diz. Biogr. Italiani, XXXI, pp.138-139.Cicogna, Bibliogr. Veneziana, p.409.
€ 400