DOMENICHI, Lodovico

Facecies, et mots subtils, d'aucuns excellens espritz et tresnobles seigneurs. En françois, et italien.

A Lyon, Benoist Rigaud, 1573,

in-16, (122X80 mm), pp. 205, (1), legatura moderna in marocchino granata, titolo in oro al dorso. Sul titolo bella silografia con vignetta di poeta arcade che suona la lira, tre iniziali ornate. Titolo e testo francese (in caratt. tondo), a fronte di ogni pagina in italiano (in caratt. corsivo). Pregevole edizione bilingue (prima 1557) delle Facezie del Domenichi: il celebre poligrafo piacentino (1515-1564) avendo trovato un manoscritto in cui lo Stradino aveva trascritto i motti del Poliziano e intuendo l'eccezionalità del testo, si affrettò a pubblicarlo a proprio nome (Firenze, Mazzuoli, 1548). Nel 1562, con lo stesso editore, ristampò l'opera rimaneggiandola drasticamente e facendo delle aggiunte. Mise così insieme la più completa raccolta di facezie del Cinquecento, qui con aggiunta la traduzione francese e dedicata a Sebastien Cruz. Rara edizione, apparentemente non censita in nessuna biblioteca italiana.

Baudrier, III, 304. B.M. Short titles Cat., French, 139. Barbier, Anonimes, II, 418..

€ 2.300