CACCIA DI ROMENTINO (

Famiglia) - Importante assieme di tre manoscritti inerenti la famiglia Caccia di Romentino di Novara.

Raccolti in due fascicoli in-4: 1) Ms. XVIII sec. (mm 300x200) così composto: 1 f. bianco, 1 f. con albero genealogico e stemma ornato, il tutto colorato e impreziosito da motivi floreali, 108 ff (di cui 16 bb.) compilati in chiara grafia su entrambe le facciate; leg. antica cart. marmorizzata. Interessante genealogia della famiglia Caccia di Romentino con citazione e trascrizione di atti inerenti la stessa, dalle sue origini (1333) al 1737. I Caccia divenuti, con Signorino Caccia, feudatari di Romentino nel 1333, annoverarono diversi personaggi illustri tra cui un arcivescovo di Milano. I documenti, in copia autenticata, coprono gli anni 1533-1560 e riguardano le terre di Romentino, i testamenti, tra cui quelli di Signorino Caccia, ed un giuramento di fedeltà. 2) "1399 (Trascrizione secentesca della prgamena originale rogata in Novara il 29 novembre 1399). Possessio a Capta a Bartolomeo De Caciis q.d. Francischini De nonullis Bonis in territorio Romentini. Recep. a not. Jacobo De Testis, q.d. Joannini." ms. in-4(mm. 20x180) ff. 1 di frontespizio e 38 compilati su entrambe le facciate in chiara grafia, 5 bb.; leg. mod. p. perg. mod. molle. Diploma mm (465x350) con grande sigillo di ceralacca e carta di Carlo II Re di Spagna e delle Due Sicilie non firmato, datato Mediolani dii XXIX july MDCLXXIII (Milano 29 luglio 1673). Il documento, vergato in latino, riguarda una controversia giudiziaria.
€ 700