RICCIOLI, Giambattista

Geographiae et Hydrographiae reformatae libri duodecim.

Bononiae, ex Typ. haeredis V. Benatii, 1661, in-folio, pp. (20), 640, legatura coeva p. perg., tit. ms. calligr. al dorso, tagli a spruzzo. Con alcune figure geometriche nel testo, iniz. e fregi silogr., testo su due colonne (in quest' esemplare non vi è l'antiporta inciso, altre volte presente). Dedica dell'a. a Carlo Emanuele di Simiana, marchese di Livorno (Ferraris), ecc. Prima edizione di questa "dotta opera del Riccioli, quale può considerarsi il più completo dei trattati di geografia matematica fino allora pubblicati" (Riccardi). I dodici capitoli dell'opera trattano diffusamente della geografia in generale e degli strumenti ad essa necessari, di geodesia, geometria, metereologia, geofisica, latitudine e longitudine, meridiani e paralleli, flusso e riflusso del mare, navigazione, etc. In fine una breve "Appendix" (pp. 630-634) ci informa sul numero degli abitanti di ciascuna parte del globo terrestre e conclude che all'epoca il totale degli abitanti di tutta la Terra non superava il miliardo ("summa totius humani generis hoc tempore habitantis supra faciem Terrae, non excedere Mille Milliones"). L'autore, gesuita ferrarese (1598-1671), fu astronomo, geografo e matematico di grande erudizione. Bell'esemplare. Raro. Brunet, IV, 1227. De Backer-Sommervogel, VI, 1800. Riccardi II, 372.
€ 1.500