BUONINSEGNI, Domenico

Historia Fiorentina, di M. Piero Buoninsegni, gentilhuomo fiorentino. Nuouamente data in luce, ...

In Fiorenza, appresso Giorgio Marescotti, 1580,

in-4, pp. (40) , 829 , (1 f. bianco), emblema del tipografo sul titolo, iniziali istoriate. Splendida legatura di fine XVI sec. in marocchino granata (lievissime tracce d'uso alle cerniere ed alle cuffie) alle armi di Jacques-Auguste de Thou e della sua prima moglie Marie de Barbançon de Cany, esemplata nel 1587 da Le Gascon. I piatti adorni di triplice riquadro di filetti e al centro impresse in oro le armi accoppiate dei De Thou e Barbançon; dorso liscio con titolo, filetti e monogramma oro intrecciato "IAM" (Jacques-Auguste e Marie) ripetuto 5 volte, tagli dorati. Da notare che l'intersezione tra la A e la M forma la greca theta (Thou). Splendido volume proveniente da una delle più importanti biblioteche cinquecentesche: J.A. de Thou (1553-1617) fu canonico di Notre-Dame, e Presidente del Parlamento di Parigi (contribuì alla promulgazione dell'Editto di Nantes), storico (scrisse la "Storia del suo tempo" e le sue "Mémoires"). Fu tra i più raffinati bibliofili del suo tempo, raccogliendo oltre 9000 volumi: fece rilegare i suoi volumi con le proprie armi e il proprio monogramma, unendovi le armi della prima moglie e poi quelle della seconda moglie, Gasparde de La Chastre e con il monogramma "IAGG". Prima edizione di rara storia di Firenze scritta nel quattrocento da Dom. Boninsegni (1384-1466) e pubblicata dal figlio minore Piero. Esemplare di gran pregio (ex-libris Chatsworth collection).

Manca alla Bibliografia Toscana del Moreni. Diz. Biogr. Italiani, XV, 251.
€ 5.000