CENTORIO DEGLI HORTENSII, Ascanio

I cinque libri degli avvertimenti, ordini, gride et editti: fatti, et osservati in Milano, ne' tempi sospetosi della peste; de gli Anni MDLXXVI & LXXVII,

con molti Avvedimenti utili, e necessari à tutte le Città d'Europa che cadessero in simili infortunij, e calamità. Raccolti... Milano, Filippo Ghisolfi, ad instanza, & spese di G.B. Bidelli, 1631, in-4, pp. (24), 380, leg. mod. p. marocch. rosso, tit. e fregi oro al dorso. Vignetta con stemma di Milano inc. sul tit., fregi e numerose iniz. silogr., testo in car. corsivo. Dedica di G.B. Bidelli ad Andrea Alfieri, vicario di Provisione, ed ai 60 Decurioni del Consiglio generale di Milano; in essa si avverte che la presente ristampa dell'opera del Centorio (dopo la prima del 1579) venne eseguita in occasione della famosa peste del 1630 (quella dei ''Promessi Sposi''), che rimise in vigore le prescrizioni adottate nelle pestilenze precedenti. «I documenti sono organizzati e poi collegati tra loro in modo da offrire un quadro di quanto avvenne in quelle circostanze e di quanto fu fatto dalle autorità; così si spiega la ristampa milanese di quest'opera fatta durante la peste del 1630-31» (D.B.It. XXIII, pp. 609-611). Opera importante e rara, molto apprezzata dai contemporanei. Bell'esempl. Cat. Senato IV, 321. Argelati I, I, 410. Predari 284. Cat. Hoepli 629. STC., XVII sec., 216.
€ 1.300