COSTANZI, Giacomo

Iacobi Constantii Collectaneorum Hecatostys prima ... In Ibin Ouidii sarritiones annotationum ultra centum...

(In fine:) Impressa Fani, ab Hieronymo Soncino, sexto Idus Iulias. MDVIII (Fano 1508),

in-4, ff. 100 n.n., legatura in cartone rustico di riutilizzo (restauri alle cerniere e agli angoli). Edizione originale di questa raccolta di cento capitoli dedicati ad altrettanti problemi di grammatica e di filologia, "miniera ricca di informazioni preziose sulla letteratura greca e su quella latina con acute osservazioni sui passi più difficili di alcuni testi antichi" (Prete, L'umanista, p. 79). Il Costanzi, originario di Fano (1473-1517 ca), fu celebre umanista, professore di latino e greco a Ferrara. Questa edizione, pur non essendo tra le più rare del Soncino, presenta la particolarità di avere un frequente uso del greco, spesso in brani abbastanza lunghi. Il carattere greco venne inciso probabilmente da Francesco da Bologna, attivo anche per Aldo Manuzio. Buon esemplare, lievi aloni d'umido nel margine superiore (al titolo leggesi manoscritto nel XVI sec. l'incipit della Gerusalemme di Tasso "Canto l'armi pietose e il capitano").

Manzoni 34, p. 375. DBIt XXX, pp. 377-380.
€ 5.500