BOCCACCIO, Giovanni

Il Decamerone.

(Al verso del f. CCCLII:) Impresso in Vinegia per Gregorio de Gregori il mese di Maggio dell'anno MDXVI (Venezia, Gregorio de Gregori, 1516),

in-4 (mm 206x135), ff. (2), CCCLII, (10, ultimo bianco), raffinata legatura d'amatore in marocchino nocciola con filetti a secco e in oro, terminazioni angolari fogliacee ai piatti, dorso a nervi con titolo e fregi floreali (firmata al contropiatto Riviere & Co.). Precede il testo dedica del Dofino "Alle gentil et valorose donne"; in fine Errata e Tavola dell'opera. Prima edizione in formato in-4 e prima a cura del Dolfino, che ebbe il merito di riordinare e presentare l'opera boccaccesca nella sua integrità: "Niccolò Dolfino, cui deesi questa rara e bella edizione, ebbe veramente il merito di fare i primi passi per ridonare al Decamerone la sua integrità; per lo che questa ed. salì in molta fama" (Gamba 169). Edizione estremamente stimata dal punto di vista filologico, è ricercata anche per la sua rarità (censita in sole 8 Biblioteche pubbliche italiane); "...oggi di una certa rarità. E' la prima edizione che uscisse nel formato di quarto, e la prima in cui si cercasse di ridurre il Decameron alla sua integrità", Bacchi della Lega, 34). Ottimo esemplare, a grandi margini (nota di possesso ms. al titolo ''1640... Jo. Giorgio Barichia Romano'', ex libris al verso bianco del primo f.; tracce di polvere al titolo).

Borromeo p. 7 e V: ''...primo comparve alla luce il più corretto degli altri''. Zambrini 37. Mostre Certaldo n. 48. Olschki n. 3 (questo esemplare)
€ 15.000