LIPPI, Lorenzo

Il Malmantile Racquistato.

Colle note di Puccio Lamoni (Paolo Minucci) ed altri. Firenze, Stamp. di Franc. Moücke, 1750,

2 vol. in-4, pp. XLVIII, (2, con la genealogia del Minucci), 912 (numerazione continuata), legatura coeva p. perg. rigida, tit. oro ai dorsi, tagli marmorizzati. Titolo del I vol. a stampa rossa e nera, con vignetta inc., alcune testatine ed iniz. in rame, finaletti in silografia. Dedica dello stampatore al marchese Franc. Ant. Feroni. Bell'antiporta fig. inc. da Fr. Zuccarelli su disegno del Lippi, 3 ritratti (2 dell'autore, in età giovanile e in età matura, 1 di Paolo Minucci). Alle pp. XXIX-XXXIX biografia dell'a. scritta da Filippo Baldinucci cui seguono le "Notizie storiche e letterarie intorno a P. Minucci". Ristampa dell'ediz. mouckiana (Firenze, 1731), curata da A.M. Biscioni, con le annotazioni del Minucci e l'aggiunta di altre di A.M. Salvini, "molto più ornata, accresciuta e corretta delle antecedenti" (Gamba 597). Il poema, in dodici "cantari", fu inteso dal Lippi come burlesca parodia della "Gerusalemme Liberata", basata sulla contesa tra Celidora e Bertinella per il reame di Malmantile, castello diroccato presso Signa. Linguisticamente molto importante perché l'autore (poeta e valente pittore 1606-1665) vi ha raccolto la lingua viva del popolo fiorentino alla metà del secolo XVII. Bell'esempl. marginoso.

Gamba 597.
€ 900