ARETINO, Pietro

Il Marescalco di messer Piero Aretino, MDXXXIX.

(Senza note tipografiche, la sola data 1539 sul titolo). In-8 picc., ff.52 nn. ( segn. A-F8, G6 mancando i due fogli bianchi in fine), caratt. corsivo, ritratto a mezzo busto in silografia sul titolo ''il divino Pietro Aretino''. Leg. del XVIII sec. in pieno vitello biondo, filetti e fregi oro sui piatti, dorso ornato (cerniere e dorso restaurati). Cinque atti in prosa, dedicati alla ''Magnanima Argentina Rangona''. Edizione di notevole rarità, della quale sono censiti solo cinque esempl. in biblioteche italiane, probabilmente la settima del Marescalco (la prima: Milano 1535). Commedia ricalcata su quelle di Terenzio e Plauto, con notevoli varianti fantasiose e satiriche che caratterizzano il personaggio di maggior rilievo, il Pedante, che offre la più acuta interpretazione dell'erudito e del maestro di scuola compiaciuto del proprio sapere. ''Caricatura tanto felice da poter divenire uno dei tipi del teatro cinquecentesco'' (E. Bonora). Esempl. con alcune antiche leggere sottolineature e poche postille marginali).. Cat. Unico A-2378. Soleinne, IV, 4082, non conosce questa ediz., come l'Allacci. Non posseduta da Regestein, Clubb, ed altri. Sander I, 515 (note).
€ 3.200