VIRGILIO, Publio Marone

Il primo libro della Eneida di Vergilio, ridotto da Giouanni Andrea dell'Anguillara in ottaua rima,

Al magnanimo cardinal di Trento. In Padoua, appresso di Gratioso Perchacino, 1564.

in-4 (mm.247x165), ff. 47, (1), in magnifico carattere corsivo. Legatura settecentesca in piena pelle, titolo e fregi in oro su dorso a nervi (resturi alle cerniere). Stemma del Cardinal Madruzzo in xilografia al frontespizio, primo capolettera figurato. In una nota ms. al verso del foglio di guardia: "Il presente esemplare, di raro libro, è in carta grande. Esso apparteneva alla Collezione del Doge Marco Foscarini, giusta legatura di suo uso, e giusta la registrazione, sotto il n. 3093, nel volume intitolato Catalogo della Biblioteca Foscarini ai Carmini, vendibile a Venezia nell'anno 1800". In fine, la curiosa avvertenza a stampa: "Tutti coloro che ringratieranno l'Autore del dono almeno con parole, o' con lettere: saranno trovati da Enea nei Campi Elisi, dove saranno da Anchise lodati: gli altri per aventura si ritroveranno nel'inferno non senza colpa loro. La risposta si indirizzi à Venetia alla libreria della Sirena". Prima edizione di questo volgarizzamento del primo Libro dell'Eneide. Bell'esemplare, fresco e ad ampi margini.

Mambelli 781; Gamba, 1740; BMC STC p. 731; manca ad Adams.
€ 950