BOCCHINI, Bartolomeo

Il Trionfo di Scappino, parte prima (e seconda, detto la Zagnara). (Legato con:) La prima (e seconda) parte della Corona Macheronica di Zan Muzzina. Quinta impressione...(Legato con:) La Piva dissonante. Di nuovo ristampata. 

Bologna, Antonio Pisarri, 1671 (La ''Corona macheronica'' e ''La Piva dissonante'' sono senza data),

3 opere in cinque parti in un vol. in-12, (140x80 mm), pp. 82, (2); 72; 48; 71; 118, (2); leg. coeva p. perg., tit. ms. al dorso. Con 3 belle silografie raffig. commedianti, vignette e fregi. Pregevole raccolta, in edizioni diverse, di opere poetiche, giocose e burlesche (la prima edizione delle Opere è probabilmente quella di Modena, Soliani, 1655). Il Bocchini, nato a Bologna nel 1604 e morto nel Bergamasco o a Venezia tra il 1648 ed il 1653, fu stravagante autore ed attore della commedia dell'arte e scrisse le sue opere, secondo molti bibliografi e critici (Quadrio, Gay, Brunet, Graesse, ecc.), in dialetto bergamasco, mentre per il Gamba (Opere in dialetto veneziano, p. 125), sono "nel vero dialetto veneziano, alterato quando a quando alla maniera propria di parlare de' Zanni, ch'erano i mimi a suo tempo i più motteggevoli sulle scene". Il Sanesi (vol. I, pp. 432-3) ci informa che "Zanni", forma dialettale di Giovanni o Gianni, è caricatura dei grossolani facchini bergamaschi. E' interessante osservare, comunque, che proprio nel 1671 viene rappresentata a Parigi "Les fourberies de Scapin" di Molière, che, riprendendo la vecchia maschera italiana, la fisserà definitivamente sulle scene. Discreto esemplare (un po' corto il margine super. e con un piccolo lavoro di tarlo nel margine delle ultime 24 pp. della "Corona").

Cat. Rasi 299 e Michel-Michel I, 178 (solo per il ''Trionfo''). BMC, XVII sec. I, 120-1 (la ''Corona macheronica'', con data 1660?). Cat. Vinciana (3061 e segg.), Gay (III, 923-4) e Cat. Libri (1657-1660) registrano altre ediz. DBI.XI, pp. 81-3.

€ 1.900