OVIDIO, P. Nasone

Incomincia el libro dele epistole di Ovidio vulgarizzate in rima per messere Dominico da Monticello toschano.

Et prima comincia il prologo: et inde segue la epistola laqual Penelope figliola del re Icharo mando ad Vlixe figliolo de Laerte suo marito. Impressa nela cita di Turino : per magistro Francisco da Silva, 1510 adi xii de Febraro

in-4, ff. 58 +1 (d8 presente in duplice tiratura, segn.: a-f8 g6 h4), legatura in pergamena. Questo esemplare d'eccezione presenta il f. d8 in duplice tiratura, con al recto due legni differenti, in quanto la seconda riporta la ripetizione del legno impresso al verso di h3. Al titolo silografia di S.Francesco che riceve le stimmate, con due piccole imprese del Silva agli angoli inferiori, 19 silografie ad 1/3 di pagina, tutte divise in tre scomparti; grande impresa tipografica in fine. Rarissimo figurato torinese, di cui si conosce un solo altro esemplare, alla Biblioteca Reale di Torino. Buon esemplare (i ff. c1-2 e c5-6 rimarginati lungo il margine inf.).

Sander 5296 (non visto). Kristeller 269b. Bersano Begey I, 397.
€ 10.500