POESIE

italiane di rimatrici viventi, raccolte da Teleste Ciparissiano Pastore Arcade.

Venezia, Sebastiano Coleti, 1756 (erroneamente 1716), in-8, pp. (34), 269, legatura coeva cartonato rustico con titolo ms. al piatto superiore. Precede il titolo un raffinato antiporta allegorico affigurante Apollo con la lira in Parnaso, racchiuso entro bordura con strumenti musicali dal disegno di Antonio Balestra, vignetta al titolo, entrambe incise da A. Luciani. Dietro lo pseudonimo di Teleste Ciparissiano, autore della raccolta di sonetti, si cela Giovanni Battista Recanati (1687-1734/35), membro dell'Accademia dell'Arcadia. Interessante raccolta, curata da G.B. Recanati comprendente tra gli altri le rime di A. Bulgarini, Negrisoli, A. Mantova, C. degli Obbizzi, C. Rusca, C. Rangani, E.M. Cavassi. Esemplare a pieni margini. Morazzoni p. 250. Melzi, III, 132.
€ 500