VIRGILIO, Marone

L'Eneide tradotta in versi italiani da Clemente Bondi.

Parma, dalla Stamperia Reale 1790-1793, 2 volumi in-8 reale (mm 230x160), pp. (8), XXIII, (1), 273, (3, ultimo f. con errata, rilegata al primo vol. anzichè al secondo); 295, (1), legature coeve in mezza pelle, fregi oro. Ai frontespizi ritratto di Virgilio in rame, precede il testo. Al vol. I dedica del traduttore a S. A. Reale Maria Beafrice D'Este e una Prefazione. Prima edizione del volgarizzamento del Bondi dell'Eneide di Virgilio, da molti considerato superiore a quello di Annibal Caro. Clemente Bondi (1742-1821) fu un religioso gesuita, poeta e traduttore, collaborò proficuamente con G.B. Bodoni. Ottimo esemplare, in barbe, fresco e genuino (al frontespizio del vol. II antica nota di possesso). Gamba 2549 note. Brooks 400.
€ 700