GIANCARLI, Gigio Artemio

La Cingana, comedia di Gigio Arthemio Giancarli Rhodigino.

Venezia, Appresso di Agostino Bindoni, 1550, in-8 (mm 157x100), ff.. 92., leg. posteriore in pergamena. Silografia al frontespizio raffigur. la Giustizia. Seconda edizione, rara. L'invenzione comica del Giancarli «Rhodigino» fu subito celebre – come attesta l'elogio di Andrea Calmo – per la sua straordinaria coloritura lessicale. Da annoverare tra i capolavori della commedia plurilinguistica di area veneta , la Cingana è infatti composta nella cosiddetta parlata zingaresca, mescidanza dei dialetti veneziano, bergamasco, pavano e ‘greghesco'. In cinque atti in prosa. «Prima di essere un punto di arrivo, Venezia era stata un punto di partenza. Città multietnica, incrocio di ricchi mercanti di varia provenienza, sia italiana che straniera, da tempo aveva fatto del suo porto l'approdo di diversi linguaggi, il luogo della commistione delle razze e delle culture. L'espressione letteraria e teatrale di ciò erano state le commedie plurilinguistiche del pieno Cinquecento, prime fra tutte quelle di Ruzante, del Calmo e del Giancarli... espressione diretta dell'immigrazione di nuove classi sociali e nuove etnie: prevaleva dunque il genere del "contrasto" tra i buffoni locali della tradizione municipale di origine medievale e quattrocentesca e gli attori provenienti dall'esterno» . Buon esemplare (ex-libris Sordelli). B.M.STC IT, 300. Allacci 858. Salvioli 760.
€ 2.000