ALUNNO, Francesco

La Fabbrica del Mondo, di M. Fr. Alunno da Ferrara. Nella quale si contengono tutte le voci di Dante, del Petrarca, del Boccaccio, & d'altri buoni autori, con la dichiaratione di quelle, & con le interpretationi Latine con le quali si ponno scrivendo isprimere tutti i concetti dell'huomo di qualunque cosa creata. 

In Vinegia MDXLVIII (in fine, verso f.259:) Venezia, Nicolo da Bascarini Bresciano,, 1548,

in-folio, ff.(6), 260, (48, di Indice), carattere corsivo e tondo su due colonne. Legatura antica in mezza pelle e angoli, carta marmorizzata sui piatti, dorso a nervi con filetti oro e titolo su tassello. Ritratto silografato dell'autore sulla pagina di titolo, grande impresa tipografica al verso del foglio 259 e ripetuta in fine, capilettera ornati. Prima edizione, dedicata a Cosimo de Medici, di un importante trattato cinquecentesco di linguistica e di filologia italiana e di sistemazione grammaticale, di carattere cosmografico, tra i primi della nostra lingua. Assai importante e utile è il vasto indice nei 48 fogli finali. L'opera ebbe grande diffusione e venne ristampata 12 volte nel XVI secolo. L'illustre umanista Alunno (in realtà Francesco Del Bailo) nacque a Ferrara nel 1484 e mori a Venezia nel 1556. Esemplare assai ben conservato.

Gamba n.2755. Adams n.835. Dizion. Biogr. Italiani, vol.36, pp.295-297.
€ 2.100