ZOMPINI, Gaetano

Le Arti che vanno per via nella città di Venezia, inventate ed intagliate da Gaetano Zompini.

Venezia 1785 (ma Londra 1789), Album in-folio grande (mm. 530x340), serie di 62 incisioni in rame: antiporta figurato, titolo inciso entro bordura ornata da fregi e figure, 60 tavole con animate scene a più personaggi raffiguranti episodi di attività varie nelle vie di Venezia, cioé professionisti, mestieri ambulanti, giochi popolari. In fine vi è il foglio inc. di "Indice dell'Arti contenute nell'opera". Ogni tavola è commentata, nel margine inferiore della lastra, da alcune righe in dialetto veneziano. Serie completa di deliziose incisioni in rame "documentazione di motivi popolari con una freschezza di taglio e d'impressioni colte dal vero, rese all'acquaforte con disinvoltura piacevole" (Pallucchini). I disegni preparatori originali sono conservati al Museo Correr. Esemplare della terza edizione su cinque (prima Venezia 1753, seconda ibidem 1785) impressa a Londra su incarico dell'inglese John Strange che, residente a Venezia sino al 1787, ivi aveva acquistato i rami originali nel 1784. In questa edizione, pure assai rara, ottimamente impressa su carta forte con filigrana "Lepard", venne applicato nel margine bianco basso delle 60 incisioni un foglietto portante la traduzione inglese dei versetti satirici veneziani. Magnifico esemplare a pieni margini, in legatura ottocentesca m.pelle, dorso a nervi ornato in oro. Cfr. Pallucchini, Incisori veneti, pp.55-56. Succi, Da Carlevaris ai Tiepolo, n.612-631. Colas 3121. Lipperheide 1330.
€ 15.000